1585 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Kapò (1960)

Torna indietro

Kapò (1960)



Regia/Director: Gillo Pontecorvo
Soggetto/Subject: Gillo Pontecorvo, Franco Solinas
Sceneggiatura/Screenplay: Gillo Pontecorvo, Franco Solinas
Interpreti/Actors: Susan Strasberg (Edith / Nicole), Laurent Terzieff (Sacha), Emmanuelle Riva (Teresa), Didi Perego (Sofia), Gianni Garko (Karl, ufficiale SS), Annabella Besi (Alice), Graziella Galvani, Dragomir Felba, Senka Sokolovic, Mira Dimulovic, Paola Pitagora, Gina Janicevic, Dirjana Dojc, Bruno Scipioni, Nora Bellinzaghi, Eleonora Bellinzaghi
Fotografia/Photography: Alexandar Sekulovic
Musica/Music: Carlo Rustichelli
Costumi/Costume Design: Piero Gherardi
Scene/Scene Design: Piero Gherardi
Montaggio/Editing: Roberto Cinquini
Suono/Sound: Fausto Ancillai, Sandro Occhetti
Produzione/Production: Cineriz di Angelo Rizzoli, Vides Cinematografica di Franco Cristaldi, Zebra Film, Francinex, Paris, Lovcen Film, Beograd
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 32923 del 23-09-1960
Altri titoli: Kapo, Kapò, Kapo
Trama: Edith, una ragazza ebrea, finisce in un campo di concentramento nazista con i suoi genitori, che vengono uccisi nella camera a gas. La disperazione s'impadronisce della giovane che per salvarsi la vita decide di prostituirsi freddamente ai suo aguzzini nazisti e a schierarsi dalla loro parte, tradendo la propria razza. Edith diventa così una kapò, cioè la feroce guardiana delle proprie compagne di sventura, assumendo il nuovo nome di Nicole. Le ciniche azioni di Edith/Nicole sono guidate dall'istinto di sopravvivenza, ma quando nel campo arriva un gruppo di prigionieri di varie nazionalità, la ragazza s'innamora di Sacha, un soldato russo. Questo sentimento la guida verso il riscatto, dopo aver sceso tutti i gradini della degradazione morale e non aver provato altro che paura e odio. Durante un cambio della guardia, la ragazza entra nella cabina elettrica e stacca i fili della corrente collegati al recinto del campo, per permettere così la fuga dei prigionieri verso la foresta. I tedeschi scoprono però la fuga e sparano prima sulla ragazza, uccidendola, e poi sui fuggitivi, tra i quali è Sacha, sconvolto dal sacrificio della giovane ebrea.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information