1538 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il gobbo (1960)

Torna indietro

Il gobbo (1960)



Regia/Director: Carlo Lizzani
Soggetto/Subject: Luciano Vincenzoni, Elio Petri, Tommaso Chiaretti
Sceneggiatura/Screenplay: Ugo Pirro, Carlo Lizzani, Mario Socrate, Vittoriano Petrilli
Interpreti/Actors: Gérard Blain (Alvaro Cosenza detto "il gobbo"), Anna Maria Ferrero (Ninetta Moretti), Bernard Blier (maresciallo), Ivo Garrani (maresciallo Moretti), Pier Paolo Pasolini (Leandro, detto "er monco"), Teresa Pellati ("Fiorin Fiorello''), Ljuba Bodine (Nella), Enzo Cerusico ("Scheggia"), Roy Ciccolini ("Er bello"), Franco Balducci (''Pellaccia"), Nino Castelnuovo (Cencio), Rocco Vidolazzi ("pezze ar culo "), Alex Nicol (ufficiale americano), Maria Laura Rocca (madre superiora), Jim Granite (Peter, soldato americano), Guido Celano (borsaro nero), Tino Bianchi (aguzzino fascista), Edgardo Siroli (partigiano al ciclostile), Ermelinda De Felice [Erme De Felice] (sora Tuta), Lars Bloch (aguzzino tedesco), Franco Bologna, Gianni Baghino, Benny Scribano, Sonny Nazario, Luciano Gorassini, Roberto Ceccacci [Roby Ceccacci], Cristiano Carli, Giovanni Persico, Renato Mambor, Piero Bugli, Angela Lavagna (madre di Leandro), Giuseppe Angeloni, Maria Antonietta Leoni, Claudia Ricci (piccola Mariù), Toto Mignone (bevitore all' osteria)
Fotografia/Photography: Leonida Barboni, Aldo Tonti
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Piero Gherardi
Scene/Scene Design: Mario Chiari
Montaggio/Editing: Franco Fraticelli
Suono/Sound: Roy Mangano
Produzione/Production: Dino De Laurentiis Cinematografica, Orsay Films, Paris
Distribuzione/Distribution: De Laurentiis Distribuzione
censura: 33373 del 30-11-1960
Altri titoli: Le bossu de Rome, The Hunchback of Rome, The Hunchback of Rome, Bucklige von Rom
Trama: Nell'ultima fase della II^ Guerra mondiale, il giovane romano di periferia Alvaro Cosenza, detto "il Gobbo", si è fatto una certa fama per aver organizzato diversi attentati contro i nazi-fascisti. Suo nemico per eccellenza è il commissario della polizia fascista Moretti. Per vendicarsi delle angherie del commissario, Alvaro gli violenta la giovane figlia Ninetta. Questa tragedia accomuna la vita dei due giovani e quando, tempo dopo, Alvaro viene ferito dai Tedeschi, Ninetta, innamoratasi di lui nonostante lo sfregio infertole, lo nasconde dentro casa sfidando il pericolo di una rappresaglia. Infatti, suo padre nel frattempo infierisce crudelmente sui compagni di lotta del "Gobbo", ma subito dopo cade in un agguato mortale tesogli dallo stesso Alvaro. L'arrivo a Roma degli Alleati sembra porre fine alla catena di vendette e violenze. Accortosi di essersi innamorato di Ninetta, Alvaro le chiede di sposarlo. Ma lei, divenuta nel frattempo una donna di malaffare, respinge la proposta. Nella Roma liberata, Alvaro inizia allora a compiere rapine ai danni dei borsari neri e degli speculatori, distribuendo il ricavato dei suoi colpi ai poveri e agli orfani. Ma ormai braccato dalla polizia, Alvaro trova rifugio ancora una volta da Ninetta, la ragazza che, pur amando, lui ha votato ad un tragico destino. Dopo una notte di angosciosa attesa, quando sembrano ormai in salvo, Alvaro e Ninetta cadono uccisi in una sparatoria.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information