869 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I delfini (1960)

Torna indietro

I delfini (1960)



Regia/Director: Francesco Maselli
Soggetto/Subject: Ennio De Concini, Francesco Maselli, Aggeo Savioli
Sceneggiatura/Screenplay: Ennio De Concini, Francesco Maselli, Aggeo Savioli
Interpreti/Actors: Claudia Cardinale (Fedora Santini), Gérard Blain (Anselmo Foresi), Anna Maria Ferrero (Marina Castelfranco), Sergio Fantoni (dott. Mario Corsi), Tomas Milian (Alberto De Matteis), Betsy Blair (Rita Cherè), Enzo Garinei (Guglielmo Bodoni, detto "Sisino"), Germana Paolieri (madre di Anselmo e di Elsa), Lydia Alfonsi [Lidia Alfonsi] (attrice giovane), Tina Lattanzi (madre di Alberto), Nora Bellinzaghi (madre di Fedora), Luigi Gatti (Mattioli), Achille Majeroni (attore anziano), Bruno Gardini (fratello di Alberto), Gianni Di Benedetto (Lacovi, attore romano), Giulio Tomei (padre di Anselmo), Claudio Gora (commendator Ridolfi), Antonella Lualdi (Elsa Foresi)
Fotografia/Photography: Gianni Di Venanzo
Musica/Music: Giovanni Fusco
Costumi/Costume Design: Dario Cecchi
Scene/Scene Design: Enzo Bulgarelli
Montaggio/Editing: Ruggero Mastroianni
Suono/Sound: Fausto Ancillai, Guido Nardone
Produzione/Production: Lux Film, Vides Cinematografica di Franco Cristaldi, Films Ariane, Paris
Distribuzione/Distribution: Lux Film
censura: 32872 del 26-09-1960
Altri titoli: Gefährliche Nächte
Trama: In una città di provincia dell'Italia centrale la vita scorre monotona per dei giovani borghesi figli di papà, "i delfini", ricchi e annoiati. Anselmo Foresi vorrebbe uscire da quella mediocrità ma non ne ha la forza e resta al fianco di Marina Castelfranchi, dedita all'alcool. La sorella di Anselmo, Elsa, è fidanzata per interesse con Sisino, giovane fatuo e sciocco. Alberto De Matteis e suo fratello partecipano alla vita mondana del gruppo, completato dalla non più giovane contessa Rita Cheré, che coinvolge gli altri in festicciole un po' spinte in attesa di qualche nuovo evento e che cerca di far valere il suo ascendente sul gruppo per nascondere agli altri la propria rovina finanziaria. Un giorno, per un malore di Marina viene chiamato il giovane medico Mario Corsi. Mentre Marina deve entrare in una clinica per guarire dall'alcolismo, il dottor Mario e la sua amica Fedora, ragazza di modesta condizione, vengono inclusi nel gruppo. Ma ben presto Mario, che vuol bene a Fedora, cerca di convincerla a ritrarsi da quella società sì elegante ma leggera e corrotta. La ragazza aspira invece ad entrare definitivamente in quell'ambiente di privilegiati e, pur non amandolo, resta incinta del cinico Alberto e lo costringe a sposarla. La contessa Cheré resta infine patetica vittima delle sue meschine e sbagliate speculazioni: venuta a galla la verità sulla sua povertà, gli altri non le risparmiano il loro scherno e il loro disprezzo. La ragazza lascia la piccola città, umiliata dagli amici "delfini" che rientrano ognuno nel perbenismo e nelle ipocrisie quotidiane.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information