1107 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il carro armato dell'8 settembre (1960)

Torna indietro

Il carro armato dell'8 settembre (1960)



Regia/Director: Gianni Puccini
Soggetto/Subject: Tonino Guerra, Elio Petri, Rodolfo Sonego, Gianni Puccini
Sceneggiatura/Screenplay: Bruno Baratti, Elio Bartolini, Goffredo Parise, Giulio Questi, Pier Paolo Pasolini
Interpreti/Actors: Jean-Marc Bory (Carlo Pollini), Gabriele Ferzetti (Tommaso), Dorian Gray (soubrette), Elsa Martinelli (Mirella), Rossana Martini (Angelina), Marisa Merlini (Palmira), Catherine Spaak, Yvonne Furneaux, Bice Valori, Tiberio Murgia, Katharina Mayberg, Mario Valdemarin, Antonio De Teffé, Francesco Mulè, Loris Gizzi, Giacomo Furia, Franca Dominici, Walter Barnes, Bruno Scipioni, Alfredo Bianchini, Miranda Campa, Ester Carlone, Tiziano Cortini
Fotografia/Photography: Silvano Ippoliti
Musica/Music: Armando Trovajoli
Costumi/Costume Design: Danilo Donati, Mario Bedoni
Scene/Scene Design: Danilo Donati, Mario Bedoni
Montaggio/Editing: Gabriele Varriale
Suono/Sound: Raffaele Dal Monte, Guido Nardone
Produzione/Production: Film Napoleon
Distribuzione/Distribution: Euro International Films
censura: 32911 del 20-09-1960
Trama: Gli avvenimenti dell'8 settembre 1943 colgono di sorpresa l'equipaggio di un carro armato in perlustrazione lungo la costa tirrenica. Tre dei quattro militari si danno alla fuga, solo il quarto, il caporale Carlo Pollini, giovane contadino col forte senso del dovere, resta al suo posto, deciso a riportare in caserma il mezzo corazzato. Tommaso, uno dei tre carristi datisi alla fuga, rimette gli abiti borghesi e organizza una compagnia di spettacoli di varietà, finanziandola col denaro sottratto ai tedeschi. Lungo il suo percorso, invece, sullo sfondo di un'Italia sconvolta dalla guerra, Carlo si trova coinvolto in diverse vicende: dall'aiuto offerto ad un'auto in panne, occupata da prostitute, all'incontro con una passionale vedova di guerra, dal tentativo di salvare la vita ad un giovane all'avventura sentimentale con un'adolescente. Quando arriva finalmente in caserma, Carlo trova una situazione di disarmo. Il colonnello comandante, non accettando la nuova situazione italiana, si suicida. Carlo riparte allora sul suo carro armato, diretto alla volta di casa, deciso a raggiungere poi Tommaso. E una volta a casa pensa di trasformare il carro armato in aratro. Ma la guerra non è ancora finita: l'arrivo dei tedeschi induce Carlo ad usare il vecchio mezzo di guerra per ingaggiare un'ultima battaglia.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information