1672 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I baccanali di Tiberio (1960)

Torna indietro

I baccanali di Tiberio (1960)



Regia/Director: Giorgio C. Simonelli [Giorgio Simonelli]
Soggetto/Subject: Mario Guerra, Franco Castellano, Giuseppe Moccia [Pipolo]
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Guerra, Franco Castellano, Giuseppe Moccia [Pipolo]
Interpreti/Actors: Walter Chiari (Cassio, il cicerone), Ugo Tognazzi (Primo, l'autista), Abbe Lane (Cinthia O'Connor), Tino Buazzelli (Tiberio), Aroldo Tieri (Lacone), Luciano Salce (colonnello), Mara Berni (Pomponia), Olimpia Cavalli (Flavinia), Tiberio Murgia (pretoriano), Luigi Pavese (sergente Vinicio), Domenico De Ninno, Janine Hendy, Mario Castellani, Elga Andersen, Paolo Cavalli, Ignazio Balsamo, Ignazio Leone, Pietro Tordi, Aldo Moser, Franco Jamonte, Glauco Onorato, Giovanni Vari, Salvatore Campochiaro, Elisabetta Kubiska, Gina Mascetti, Fiorella Clari, Bruno Tocci, Nadia Lara, Gianni Baghino, Alfredo Rizzo, Annie Gorassini [Anny Gorassini]
Fotografia/Photography: Tino Santoni
Musica/Music: Angelo Francesco Lavagnino, Carlo Savina
Costumi/Costume Design: Dina Di Bari
Montaggio/Editing: Dolores Tamburini
Suono/Sound: Umberto Picistrelli
Produzione/Production: Cineproduzione Emo Bistolfi
Distribuzione/Distribution: Warner Bros.
censura: 30912 del 07-01-1960
Altri titoli: Ces sacrées romaines
Trama: Primo e Cassio, l'uno autista, l'altro cicerone, trasportano in pullman una comitiva di turisti alla villa di Tiberio nell'isola di Capri. In prossimità della meta hanno un incidente stradale e i due amici precipitano nel Salto di Tiberio sbattendo la testa. Quando riprendono conoscenza, Primo e Cassio si ritrovano nel I secolo nell'ambiente dell'Impero Romano, dove un gruppo di danzatrici è giunto dalla Britannia per partecipare ai grandi baccanali di Tiberio, il quale è in pericolo di vita. Scambiati per gli attentatori dell'imperatore, i due amici si travestono da ballerine e si nascondono nel corpo di ballo capeggiato da Cinthya. Al momento cruciale della danza delle frecce davanti a Tiberio, il ballo viene bloccato e le danzatrici arrestate: sono accusate di voler uccidere l'imperatore con una freccia durante la danza. Ma si scopre che Cinthya in realtà è figlia di Tiberio e che l'ideatore dell'attentato ed unico traditore è il segretario particolare dell'imperatore, Lacone. Questi viene giustiziato e le danzatrici vengono liberate. Nel festeggiare la riacquistata libertà, Primo e Cassio precipitano di nuovo nel Salto di Tiberio, sbattendo ancora una volta la testa. I due amici si risvegliano nel presente e lieti realizzano di aver sognato una fantastica avventura. Ma prima di riprendere la via del ritorno s'imbattono in due turisti, Cinthya e Tiberio.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information