1848 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Anonima cocottes (1960)

Torna indietro

Anonima cocottes (1960)



Regia/Director: Camillo Mastrocinque
Soggetto/Subject: Marcello Coscia, Fabio Rinaudo
Sceneggiatura/Screenplay: Alessandro Continenza, Ugo Guerra, Dino Verde
Interpreti/Actors: Renato Rascel (rag. Paolo Robotti), Anita Ekberg (Jeanne), Sophie Desmarets (m.me Pfffer), Francis Blanche (direttore banca), Gabriella Farinon [Gaby Farinon] (Patrizia), Pupella Maggio (suocera), Valeria Fabrizi, Franco Sportelli (Osvaldo), Luigi Pavese, Antoinette Weynen, Osvaldo Scaccia, Margaretha Wackstrom, Silla Bettini, Marcella Rovena, Angela Luce, Hanna Rasmussen, Adeline Wagner, Dori Dorika, Franco Lolli
Fotografia/Photography: Alvaro Mancori
Musica/Music: Armando Trovajoli
Costumi/Costume Design: Elio Costanzi
Scene/Scene Design: Franco Lolli
Montaggio/Editing: Adriana Novelli
Suono/Sound: Giulio Tagliacozzo
Produzione/Production: Titanus, Cocinor, Paris, Films Marceau, Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 33144 del 22-10-1960
Altri titoli: Petites femmes et hautes finances, The Call Girl Business, Rosemarie GmbH.
Trama: Il ragionier Paolo Robotti, integerrimo impiegato di banca chiamato a sostituire il cassiere, scopre un ammanco di 90 milioni di cui sono responsabili il presidente ed il direttore della banca. I quali cercano di coprire lo scandalo e invitano Robotti a chiudere un occhio, offrendogli un milione in cambio del suo silenzio. L'onesto ragioniere rifiuta sdegnato e viene licenziato. Il suo sentimento di ribellione trova conforto nella bella Jeanne, donna di facili costumi incontrata casualmente, che certa dell'onestà dell'uomo lo convince ad assumere l'amministrazione di una società di lei e di altre mondane, l'Anonima Cocottes. Col loro aiuto, Paolo intraprende operazioni di borsa dall'esito felice che portano l'Anonima Cocottes a conquistare la maggioranza delle azioni della banca dalla quale l'onesto ragioniere era stato licenziato. Diventato ricco, Paolo Robotti si sposa. Ma il periodo felice dura poco: il matrimonio naufraga ben presto e per di più Paolo finisce di nuovo senza un soldo. Si consola con la ritrovata Jeanne.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information