1283 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Les vieux de la vieille [Gli allegri veterani] (1960)

Torna indietro

Les vieux de la vieille [Gli allegri veterani] (1960)



Regia/Director: Gilles Grangier
Sceneggiatura/Screenplay: Gilles Grangier, René Fallet, Michel Audiard
Interpreti/Actors: Jean Gabin, Pierre Fresnay, Noël Noël, Mona Goya, Yvette Etiévant, Jane Barry
Fotografia/Photography: Louis Page
Musica/Music: Francis Lemarque, Paul Durand
Scene/Scene Design: Robert Bouladoux
Montaggio/Editing: Paul Cayatte
Produzione/Production: Titanus, Cinétel, Paris, Cité Films, Paris, Terra Film, Paris, Silver Films, Paris, Fidès Film, Paris
Distribuzione/Distribution: Metro Goldwyn Mayer
censura: 33616 del 13-12-1960
Altri titoli: Gli allegri veterani, The Old Guard
Trama: Un vecchio ferroviere, Baptiste, va in pensione e decide di ritirarsi in un ospizio, di cui ha sentito parlare molto bene. Durante il viaggio si ferma al suo paese natio, dove incontra Jean-Marie e Péjat due vecchi amici e compagni d'arme. Dopo aver bevuto qualche bicchiere, i tre vecchi sentono ringalluzzirsi i loro ardori giovanili: si lasciano così andare a delle innocenti e stravaganti bravate, che suscitano la generale riprovazione. Baptiste convince allora i suoi due amici, senza molta fatica, ad andare con lui nell'ospizio. Raccolti i pochi averi, i tre amici si mettono in cammino, avendo deciso di raggiungere l'ospizio a piedi. Lungo la marcia litigano per i più futili motivi, finché perdono l'orientamento e finiscono in una fattoria. La ricca proprietaria, Caterina, è una donna ancora molto piacente e che in gioventù ha fatto strage di cuori maschili. I tre anziani amici, alquanto arzilli, cominciano subito ad infervorarsi per il primato nei favori di Caterina ma alla fine, come sempre, placano gli animi con una grande bevuta. Quando Baptiste, Jean-Marie e Péjat giungono finalmente all'ospizio, le suore, che li attendevano da parecchio tempo, riservano loro un trattamento severo. Presto i tre amici si accorgono che quel luogo, oscuro e triste, non è adatto per passarci gli ultimi anni della loro vita. Così, una notte fuggono e tornano al villaggio natio. Qui il sindaco gli promette di chiudere un occhio sul loro comportamento, purché mettano finalmente giudizio. I tre vecchi amici promettono, ma presto ricominciano ad architettare i soliti scherzi innocenti.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information